martedì 4 settembre 2012

mi... che sugnu scucivola

Ebbene, mi sono fatta aiutare per la definizione di scucivola, termine tipicamente palermitano, che rende l'idea su questo mio momento lassatu iri. Scucivola, cito testualmente: grevia, grevia e assittata 'mpizzu, apatica, una ca " non mi tuccari ca mi scozzolo", sdegnosa.
Ma attenti, non mi lamento eh? Giammai! Però se passate di qua vi tocca n'anticchia di scucivolamento. Occhio però, non fatevi contagiare. 

Vi ricordate di questo post? Sempre di lei parlavo,  lei che volteggia quando cammina. Ho pensato che, questa ricetta, doveva essere completata; lasciatemi cuntari che, realizzata con un suolo e una copertina di patate rosse, più buona è! Anche oggi, senza una vera e propria ricetta, ma non potevo tenere per me una delizia tale, per coronare la fine della stagione, dovevo condividere. Lasciatevi pregare, o voi che mangiate peperoni senza problemi di digestione! Il ciavuru e il sapore sono inenarrabili, non vi resta che andare in cucina e conzarvi questa tegghia di patate, peperoni e tonno. Amunì, che aspettate? Ah la non_ricetta, giusto.
per una teglia ovale con l'asse maggiore di 34 cm e quello minore di 24 cm
4 peperoni mistocolor
240 g di tonno sott'olio sgocciolato
6-7 patate rosse lavate e asciugate
2 cipolle rosse di Tropea
una manciata di pangrattato a grana grossa
una manciata di basilico e prezzemolo freschi tritati a coltello
olio etra vergine d'oliva
sale e pepe
lavate i peperoni, asciugateli, eliminate il picciolo, i semi e i filamenti interni. Tagliateli a listarelle di 2 cm di spessore, poneteli dentro un wok con tre cucchiai d'olio, coprite e cuocete fino a quando s'inteneriscono. Condite con il sale e una macinata di pepe e fate raffreddare n'anticchia, s'annunca v'abbruciati i manu ;)
Affettate sia le cipolle che le patate, sottili sottili, con una mandolina.
Prendete la pirofila, se è in pirex bello fà, mettete sul fondo un'idea di olio, un bel suolo di patate e uno di cipolle, disponete poi, a cerchi (ovali) concentrici, le faldine di peperone, il tonno sgocciolato e sminuzzato, un altro strato di cipolla e uno di patate. Finte con la muddica e le erbe aromatiche. Infornate a 180°C, in forno già caldo, per una ventina di minuti.
 

31 commenti:

  1. Il meglio del meglio in questo piatto! Grande merito al mistocolor e alla muddica (muddìa dalle mie parti)!Ti dichiaro ufficialmente mio dizionario di siciliano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono pronta alla nomina ahahahahah
      *
      grazie bedda
      *
      Cla

      Elimina
  2. ahahah scucivola non la conoscevo...da dove ti vengono? probabilmente dallo stesso posto da dove vengono le tue ricette.........meravigliose....cla sei grande.
    maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu, Maria sei adorabile, grazie infinite :*
      Cla

      Elimina
  3. Risposte
    1. Danielù, ancora presto è per l'ora di cena...
      :)
      però contenta sono se la ricettuzza ti smorcau 'u pitittu!
      *
      Cla

      Elimina
  4. Claudia mamma mia. Ricetta fantastica. Solo a leggere di peperoni, patate rosse, cipolle di Tropea...mi vien voglia di gettare la mia "schiscetta" di oggi nel cestino... Cmq non conoscevo (ovviamente) il termine scucivola ma da oggi diventerà il mio pseudonimo ufficiale! Ti abbraccio, sei forte.
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, bedda!
      grazie!!!
      Per chi ha lo stomaco schiaccia sassi peperoni e cipolla è perfetto!,Non ti nascondo che io ho quel tipo di stomaco ahahahah
      un baciuzzo lovvoso
      Cla

      Elimina
  5. Claudiuzza mia mi hai fatto morire dalle risate con questa "scucivola", ci voleva propio un pò d'allegria ...e tu sei sempre pronta a regalarcene con i tuoi piatti che non si smentiscono mai , sono la tua essenza ...grazie perchè mi aiuti ad amare questa nostra terra sempre di piu!
    Ma chi dici? ca si scucivola? ahahahahhh baciuzzi!
    Maria PON

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariuzza,
      chi ssì duci :*
      grazie assai per tutto questo love <3
      ***
      Cla

      Elimina
  6. Io te lo devo dire, a parte il tuo blog e le ricette, a volte vengo da te solo per leggere siciliano.Mi piace assai.Te lo avevo già scritto che ero stata in Sicilia adorandola ma con te è un pò come essere rimasta là:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahah! Questa si che è una gran bella dichiarazione d'amore! Grazie Monique :*
      Cla

      Elimina
  7. Cla, sei meglio di Montalbanooooooooooo!!!!
    Non mi rest che accendere il forno!
    baciiii

    RispondiElimina
  8. matri che piattu!!! io non sono palermitana, ma lo sento dire a mia suocea che lo è .. e termine poliedrico lo definisco. il bello del siciliano è che, gestualità a parte, ci sono termini che puoi usare un pò a piacimento e tutti ti capiscono...es..neglia, negliumi, annigliatu, io da quando lo imparato, da noi non si usa, lo metto pure nella pasta :-)) mia cara, davvero non so più che aggettivi usare per definire ciò che provo quando ti leggo e ciò che penso di te...appena compro una vocale e conio ripasso e scrivo! :-XXXX
    ps. mihh.....lu piattu mi scurdavu!! troppo bellissimo è! quando mangio peperoni pago pegno, ma li mangio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D
      grazie Sonia, sei adorabile, duci e zuccherata :*
      Sono parole, le tue, che mi danno la carica e una gran soddisfazione :*
      love
      Cla
      piesse: paghi pegno ma li mangi i peperoni? sei da vasare tutta :*

      Elimina
  9. Il piacere di passare da te è sempre doppio, oltre alla certezza di una ricetta da leccarsi i baffi, c'è l'addentrarsi in una lingua che è piacevole da leggere almeno quanto lo sarà ascoltarla!

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loredana, grazie! Con questo post ho ricevuto lodi che mi cunfunnivi!
      ***
      Cla

      Elimina
  10. Cla ti sei superata!! Questo potrebbe essere uno dei miei sogni proibiti ;)
    Una ricetta semplice come piace a me, con gusto strepitoso. Poi la magia della sicilianità rende ogni tuo piatto ancora più supremo. Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Celeste mia ( ti posso appellare così?)
      le cose semplici bisogna pubblicarle perché, alle volte, potrebbe essere l'idea che manca tra ricette super complicate...o no?
      ahahahaha
      *Cla

      Elimina
  11. Caludia bedda mea eheheheheh -vedi come parlo bene il siciliano??- è una ricetta fichissima, davvero :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erica, tutta sicula sei!
      grazie bedda!
      ***
      Cla

      Elimina
  12. alla prima occhiata alla prima foto mi parevano ravanelli... a me non piacciono e ho pensato : "mannaggia questa ricetta non fa per me..." poi ho letto... io adoro la cipolla, i peperoni e le patate e pure il tonno!!!
    QUESTA RICETTA FA MOLTO PER ME!!!!!!!!

    bacioooooooooooo :**********

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplice e d'effetto no? ahahahah
      grazie bedda mia
      *
      Cla

      Elimina
  13. Viva la cipolla, viva i peperoni, viva il mediterraneo...e lu tunnu russu...

    RispondiElimina
  14. Tu sei un mito! Mi fai scompisciare dalle risate!!! E le tue foto e le tue ricette e non-ricette son sempre da urlo!!! Come diceva Eros...Grazie di esistere!!! Paola TS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola,
      grazie assai, mi commuovo :*
      un baciuzzo lovvoso
      Cla

      Elimina
  15. ora ho visto... ma io TI ADORO!!!
    OT

    RispondiElimina